RIOVETRO S.R.L. - PRODUZIONE VETRO SATINATO - FROSTED GLASS MANUFACTURE - SATINIERGLASHERSTELLUNG


1. IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DEL PRODUTTORE

Società Produttrice:   RIOVETRO S.r.l.

Nome del Prodotto:    Vetro piano satinato in lastre

2. COMPOSIZIONE - INFORMAZIONE SUI COMPONENTI

Vetro sodico-calcico avente la seguente composizione percentuale media:

Silice Amorfa

69 - 74%

Ossido di Sodio

12 - 16%

Ossido di Potassio

0.1 - 0.2%

Ossido di Calcio

 5 - 12%

Ossido di Magnesio

0 - 6%

Ossido di Alluminio

0 - 3%

Ossidi Coloranti (Fe, Cr, ecc)

0 - <0.1%

Gli ossidi utilizzati in piccolissima quantità come agenti coloranti possono essere identificati nel prodotto mediante analisi chimiche; durante il processo di fusione del vetro detti ossidi vengono modificati in una matrice stabilizzata e non posseggono più le proprietà originali.

I metalli o i loro ossidi eventualmente depositati sulle superfici delle lastre per conferire particolari proprietà fisiche, sono presenti in quantità talmente limitate da non apportare alcuna caratterzzazione dei prodotti al fine del presente documento.

3. IDENTIFICAZIONE DEI PERICOLI

Materiale inerte.

4. MISURE DI PRIMO SOCCORSO

In caso di TAGLI:

mettere in atto  le normali procedure d'intervento, cercando consulenza medica quando necessario.

In caso di SCAGLIE/POLVERE NEGLI OCCHI:

lavare gli occhi con acqua; consultare un medico se il problema persiste

In caso di SCAGLIE NELLA PELLE:

lavare con acqua; consultare unmedico se il problema persiste.

5. MISURE ANTINCENDIO

Non combustibile. Mezzi di estinzione: nessuna limitazione.

6. MISURE IN CASO DI FUORIUSCITA ACCIDENTALE

nel caso di fuoriuscita di lastre o parti di esse dagli imballi, porre in atto le normali precauzioni di manipolazione. In caso di formazione di schegge o polvere di vetro, rimuovere evitando di sollevare polvere.

7. MANIPOLAZIONE E STOCCAGGIO

MANIPOLAZIONEevitare il contatto con i bordi taglienti delle lastre
STOCCAGGIOstoccare gli imballi su strutture solide con inclinazione di circa 6° sulla verticale, in ambienti  asciutti e arieggiati, al riparo dagli agenti atmosferici e lontano dalle fonti di calore diretto
TEMPERATURA DI STOCCAGGIOambiente
SENSIBILITA' SPECIFICAumidità

8. CONTROLLO DELL' ESPOSIZIONE

Nelle normali condizioni di utilizzo non si prevedono esposizioni a polveri o vapori. Le eventuali operazioni di taglio o molatura del vetro possono causare esposizione a polveri contenenti silicati in forma amorfa ed altri composti insolubili. E' opportuno ventilare i locali per evitare esposizioni superiori al valore limite di solgia delle polveri (TVL=10mg/m3).

Protezione degli OCCHIocchiali di sicurezza
Protezione delle MANIguanti
Protezione dei PIEDIscarpe di sicurezza
Protezione delle VIE RESPIRATORIEfiltro di protezione per particelle solide, se la concentrazione di polvere supera il TVL

9. CARATTERISTICHE CHIMICO-FISICHE

ASPETTOtranslucido
ODOREnessuno
DENSITA'2.5g/cm3
COEFFICIENTE DI TRASMISSIONE LUMINOSA VETRI INCOLORI74 - 90%, in funzione dello spessore
COEFFICIENTE DI TRASMISSIONE LUMINOSA VETRI COLORATI52 - 75%, in funzione dello spessore
PUNTO DI FUSIONE> 1800° C
TENSIONE DI VAPORE0 hPa a 20° c
SOLUBILITA' IN ACQUApraticamente insolubile

10. STABILITA' E REATTIVITA'

STABILITA'costante
INCOMPATIBILITA'acido fluoridrico ed alcali forti
POLIMERIZZAZIONInessuna
CONDIZIONI PARTICOLARInessuna
PRODOTTI DI DECOMPOSIZIONEnessuno in condizioni normali; possibili solo per T>1500°

11. INFORMAZIONI TOSSICOLOGICHE

Nessuna

12. INFORMAZIONI ECOLOGICHE

Prodotto inorganico, inerte, che non presenta rischi ambientali.

13. CONSIDERAZIONI SULLO SMALTIMENTO

Il vetro di scarto, opportunamente selezionato, è totalmente riciclabile negli impianti di produzione. A tal fine è opportuno curarne la raccolta in appositi contenitori dedicati. Ai fini dello smaltimento, il prodotto può essere depositato in discarica, come rifiuto assimilabile ai solidi urbani (DPR 10/09/82 nr.915 e successivi aggiornamenti).

14. CONSIDERAZIONI SUL TRASPORTO

Il vetro piano deve essere trasportato coperto e bloccato in modo da evitare spostamenti anche parziali del carico e da minimizzare le sollecitazioni meccaniche sugli spigoli delle lastre. I mezzi di trasporto devono assicurare il contenimento dei frammenti di vetro che dovessero prodursi per la rottura delle lastre.

15. INFORMAZIONI SULLA REGOLAMENTAZIONE

Etichettatura: non richiesta.

16. ALTRE INFORMAZIONI

Le informazioni fornite si basano sull'attuale livello delle nostre conoscenze. Il loro scopo è di dewscrivere i nostri prodotti sotto l'aspetto della sicurezza e non si prefiggono pertanto di garantire determinate proprietà specifiche dei prodotti stessi.


Per la redazione della presente Sheda di Sicurezza ci si è avvalsi della Stazione Sperimentale del Vetro-Murano (VE)


RIOVETRO Srl
Via D. Pannelli Zona P.I.P. - 85010 BANZI (PZ) - Italy - Tel. +39 0971 947604 - Fax +39 0971 947490
P.Iva e C.F. 01202080766 - Capitale sociale: € 483.000,00 - Reg. Impresa di Potenza
E-mail: banzi@riovetrosat.com